Rischio fallimento da Coronavirus. A Brescia i negozianti ringraziano i proprietari del locale che sospendono l'affitto

Scritto da Pubblicato il


Rischio fallimento da Coronavirus. A Brescia i negozianti ringraziano i proprietari del locale che sospendono l'affitto

Per via della crisi economica legata all'emergenza sanitaria covid-19, i dipendenti di un negozio di intimo di Brescia rischiavano di perdere il lavoro a causa dei disagi creati dal Coronavirus. Il proprietario ha optato per la sospensione del canone di affitto. Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

Un esempio di umanità e intelligenza arriva dal Bresciano. Questa è la storia, finora una delle pochissime a cui i giornali abbiano dato rilievo,di Eleonora, Marco, Cristina, Alice e Rosy, i dipendenti di un negozio di abbigliamento intimo al centro di Brescia.

La pandemia da Coronavirus, la quarantena e gli obblighi di chiusura delle attività commerciali che non sono di primaria utilità, hanno lasciato a casa molti lavoratori.

L'atmosfera è di preoccupazione per lo stipendio e per il futuro in generale. Negozi chiusi con la saracinesca abbassata che non sanno quando potranno riaprire. I più piccoli, addirittura, rischiano di fallire per sempre.

Tra i problemi più consistenti, il canone di affitto e lo stipendio dei dipendenti.

Il proprietario del locale ha fatto quello che pochissimi "padroni di casa" farebbero: comprendere la situazione disastrosa delle persone e delle loro vite, personali e professionali. Non una comprensione a parole del tipo "sono tempi duri per tutti...non posso proprio venirvi incontro...mi spiace ma non posso fare altrimenti...etc.", ma la sospensione dell'affitto.

Con immensa gioia e gratitudine i quattro dipendenti hanno scritto: "Ringraziamo i proprietari di questo immobile per aver sospeso l'affitto, permettendo alla nostra azienda di pagarci lo stipendio e mantenerci il posto di lavoro". Con le loro cinque firme.

È un gesto pratico e concreto di solidarietà, che in questi giorni difficili di coronavirus, porta umanità ai rapporti e un po' di ossigeno, facendo sentire tutti quanti un po' più uniti. 



coronavirus coronavirus italia