Quarantena e coronavirus. Come rendere meno insopportabile la reclusione per gli adolescenti. 10 consigli per i genitori

Scritto da Pubblicato il


Quarantena e coronavirus. Come rendere meno insopportabile la reclusione per gli adolescenti. 10 consigli per i genitori

Quarantena e coronavirus. Come rendere meno insopportabile la reclusione per gli adolescenti. 10 consigli per i genitori

Coronavirus ed adolescenti, 10 consigli per disinnescare la tensione data dalla quarantena e dall’isolamento.

 

Il coronavirus ha portato sfide nuove per tutti, ma in particolare per i genitori che devono frenare il naturale entusiasmo e la voglia di ribellione dei figli teen-ager.

Il periodo non è dei più semplici; rimanere confinati in casa tutto il giorno può essere complicato, soprattutto per chi si trova a gestire contemporaneamente lavoro, figli, compiti, faccende domestiche, spesa e coniuge.

Quasi tutti hanno recepito ed accettato il divieto di uscire e consigli ed iniziative per riempire il proprio tempo si sono moltiplicate; dai corsi di cucina allo yoga, dai lavoretti da fare in casa alle pratica di mindfulness, ma pochi propongono soluzioni veramente efficaci per tenere impegnati i figli, in maniera produttiva e proficua e in vista della ripresa – probabilmente non a breve termine – della scuola e delle attività didattiche e sportive.

C’è una categoria particolarmente a rischio, ed è quella degli adolescenti, commenta Nan Coosemans, Family Coach che da vent’anni lavora nel mondo dello sviluppo personale a contatto con bambini e autrice del libro Quello che i ragazzi non dicono (Sperling & Kupfer).

Gli adolescenti si trovano ad affrontare un periodo della vita in cui vogliono scoprire il mondo ed ora che non possono fare niente, il loro senso di ribellione viene esasperato.

 

10 Consigli concreti

Ma quali sono le azioni concrete da mettere in atto con un figlio adolescente? L’esperta suggerisce 10 regole, che, insieme al rispetto al genitore ed all’autorità (che non dovrebbero mai mancare) possono davvero aiutare.

 

Ecco il decalogo di Nan Coosemans:

 

1. Non è una vacanza, per nessuno.

Le regole devono continuare a esistere: puoi stipulare patti diversi però è importante rimanere con entrambi i piedi per terra e restare coerenti. È importante continuare a rispettare gli orari, ad esempio quelli di colazione, pranzo e cena, le ore di studio come quelle di gioco.

 

2. Fare sport insieme aiuta

Ricorda che più ti muovi e più ossigeni il cervello, e questo vale anche per i tuoi figli. Oltre a rimanere lucidi, uno stato emotivo di questo tipo aiuta a gestire le giornate in modo migliore. Un altro aspetto positivo del fare sport insieme in casa è che tuo figlio adolescente non si vergognerà.

 

3. Dieta ed alimentazione corretta aiutano

In questo momento è fondamentale far funzionare correttamente l’organismo e supportare i suoi meccanismi difensivi. Fate il pieno di vitamina C, limitate gli zuccheri e abbonda con i liquidi

 

4. Cercagli consigli di lettura adatti a loro, dati da persone come loro. Ci sono diversi influencer che condividono i libri che stanno leggendo; non dimenticare che i giovani ascoltano preferibilmente i giovani.

 

5. Rispetta la loro privacy

Lasciagli del tempo da trascorrere da solo dove si possa anche annoiare. Se avete una casa piccola create delle zone dove ognuno abbia il suo spazio. Parla con loro ma lasciagli anche il modo per poter dimostrare delusione, tristezza o altro: è importante riconoscere le loro emozioni, ognuno ha il suo modo di viverle.

 

6. Fate attività ludiche insieme, ad esempio guardando e scegliendo i film insieme.

Scegliete film e fate una scaletta: qualcosa di motivazionale, di positivo, di scientifico, un documentario o altro che possa stimolare anche la conversazione e il confronto.

 

7. Suddividete i lavori casalinghi 

Ce ne sono sempre… Coinvolgi anche i figli. Agisci sul loro senso di responsabilità e curiosità: dai loro un compito o chiedi loro cosa vorrebbero cambiare nella loro camera.

 

8. Non solo elettronica, riscoprite i giochi da tavola.

Sono sempre divertenti e visto che di tempo a disposizione ne avete, potete concedervi una partita la sera, subito dopo aver cenato. Carte, Monopoly, Risiko… Riscoprite il piacere delle sfide di una volta.

 

9. Sfidali ai fornelli

Dai un budget ai tuoi figli e crea la sfida delle ricette. Falli cucinare senza giudicarli. Puoi motivarli a scovare piatti particolari e potete anche dividervi in squadre per appassionanti sfide ai fornelli.

 

10. Organizza videochiamate ed incontri virtuali

Facetime, Skype, Zoom sono tutti strumenti che dovresti imparare a usare per organizzare videochiamate con amici e altre famiglie e coinvolgere i tuoi figli per mostrare loro che non siete soli e che tutti restano a casa.



coronavirus coronavirus e psicologia