Quante persone può contagiare un positivo al Coronavirus? Proprio così, fino a 59 mila

Scritto da Pubblicato il


Quante persone può contagiare un positivo al Coronavirus? Proprio così, fino a 59 mila

Quante persone può contagiare un positivo al Coronavirus? Proprio così, fino a 59 mila

Capacità di contagio doppia rispetto all’influenza classica

Professore inglese di Medicina rivela i numeri del contagio Coronavirus

Hugh Montgomery, professore di medicina di terapia intensiva all’University College of London afferma che una persona positiva possa contagiarne molte migliaia. 

Il motivo per cui un individuo positivo al Covid-19 possa infettarne fino a 59.000? Coronavirus è il doppio più potente rispetto all’influenza.

La raccomandazione per gli inglesi è la quarantena, in modo da evitare il più possibile ogni forma di contatto e aggregazione.

Perché è necessaria la quarantena: i numeri

Xand van Tulleken durante il programma sul Coronavirus “L’autoisolamento” in onda su Channel 4, ha detto: “La classica influenza ha un potere infettante di circa 1,3 o 1,4 persone. Quindi se accade 10 volte, arriveremo a circa 14 individui con influenza”.

Il prof. Montgomery afferma che il COVID-19 contagia in modo più esteso della classica influenza invernale. Cioè chi è infettato potrebbe contagiare, potenzialmente, altre 59.000 persone.

Una spirale di contagi

E’ un virus molto, molto contagioso: una persona ne può infettare tre” e continua la spirale di trasmissioni. “Se ognuno di questi tre lo passa ad altri tre, e ciò accade a 10 strati, sono stato responsabile dell’infezione di 59.000 persone”, spiega Montgomery.

Quarantena per tutti, altro che immunità di gregge

Il consiglio è lo stesso per tutti: rimanete a casa. Si libereranno posti nei reparti di terapia intensiva e sia il personale ospedaliero, sia i kit d’emergenza, saranno disponibili per chi ne ha realmente bisogno.

In questa situazione oltre alla propria salute, è necessario pensare a quella degli altri.
Chi è asintomatico può potenzialmente contagiare 59 mila persone, una percentuale delle quali potrebbe morire.

L’autoisolamento di sè, è per il rispetto degli altri.

Risorse medico-ospedaliere limitate

Il professore del College di Londra conclude affermando, testuali parole, che: “Questo è il problema, abbiamo risorse limitate, un numero limitato di ventilatori, un numero limitato di medici, un numero limitato di infermieri: se travolgiamo il sistema non potremo fornire le cure adeguate ai pazienti”.



coronavirus