Prevenzione Covid-19. Fare sesso rafforza le difese immunitarie, sconfigge la depressione e migliora pure la memoria

Pubblicato il

sessualità coppia coronavirus sessualità e coronavirus


Prevenzione Covid-19. Fare sesso rafforza le difese immunitarie, sconfigge la depressione e migliora pure la memoria

Fare l'amore rafforza il sistema immunitario. Il sesso aiuta a sconfiggere la depressione, regalandoci la salute e il sorriso. Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

Vari studi scientifici lo confermano: fare l'amore rafforza le difese immunitarie e aiuta a sconfiggere la depressione, regalandoci la salute e il sorriso.

  1. I benefici del sesso

Fare sesso dona molti benefici, vediamone alcuni:

1)     Allunga la vita grazie agli effetti degli ormoni Dhea, un ormone che regola la libido;

2)     Stimola la produzione della mielina, una sostanza che protegge il sistema nervoso;

3)     Il sesso è anche in grado di curare paure e ansie grazie alle endorfine, degli ormoni che influenzano il buonumore e contrastano la depressione;

4)     Secondo alcuni studi il sesso aiuta anche a produrre ossitocina, l’ormone dell’amore;

5)     L’orgasmo stimola la produzione di ormoni che agiscono sul corpo come un antidolorifico naturale;

6)     Il sesso stimola le cellule dell’ippocampo, l’area del cervello deputata a regolare l’umore combattendo lo stress e rafforza le difese immunitarie;

7)     il sesso rafforza i muscoli dell’area pelvica, dà sollievo dai sintomi premestruali, riduce i crampi e ci fa sentire in pace con noi stessi;

8)     Gli esperti sottolineano che è utile anche per perdere peso poichè fa bruciare molte calorie.

  1. Perché fare l’amore aumenta la memoria?

Lo studio australiano su sesso e memoria a breve termine

In una ricerca fatta da un’equipe scientifica dell’Università di Wollogong (Australia) e pubblicata sulla rivista Archives of Sexual Behaviour, è stata monitorata la situazione di 6.000 individui, tutti di età superiore ai 50 anni.

Durante i due anni di sperimentazione, i ricercatori hanno rilevato una performance migliore della memoria nei soggetti con un’attività sessuale più frequente. I risultati riguardano però solo la memoria a breve termine, infatti il dottor Mark Allen afferma che ciò è dovuto alla stimolazione dell’ippocampo durante l’intimità.

 Lo studio canadese se sesso e memoria

Anche una ricerca condotta dalla Dottoressa Larah Maunder, ricercatrice scientifica presso la McGill University (Canada), conferma i dati precedenti; è stata presa in esame la vita intima di alcune donne di giovane età, e la memoria a breve termine era migliore in quelle abituate a fare sesso più spesso.

Il sondaggio inglese su sesso, ossitocina e dopamina

In un sondaggio condotto da un’equipe di ricercatori dell’Università di Manchester, sono state intervistate 1.700 persone tra i 50 e i 98 anni ed è emersa una corrispondenza tra attività sessuale frequente e migliori capacità cognitive. I benefici derivano dal rilascio di ossitocina e dopamina, fondamentali per l’efficienza del cervello.

Sono risultati molto interessanti, ma soprattutto un ottimo motivo per divertirsi tra le lenzuola.

consulenza con naturopata online simona vignali

Vuoi potenziare il tuo benessere e la tua salute con le strategie naturali della Naturopatia? Prenota una consulenza con Naturopata online

sessualità coppia coronavirus sessualità e coronavirus


Sullo stesso argomento

Leggi anche...