Menopausa e quarantena: cosa mangiare per mantenersi in forma anche in questo periodo

Scritto da Pubblicato il


Menopausa e quarantena: cosa mangiare per mantenersi in forma anche in questo periodo

La dieta migliore per la donna in manopausa che desidera rimanere in forma anche durante la quarantena da coronavirus Italia. Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

La definizione più diffusa della parola menopausa è “quel momento fisiologico della vita della donna che coincide con il termine della sua fertilità”.

La sua comparsa si verifica, in genere, fra i 45 e i 55 anni e induce nel corpo femminile diverse trasformazioni dovute a cambiamenti ormonali e alla fine del ciclo.

Molte donne guardano con timore a questa fase della loro vita, ma la menopausa non ha nulla a che vedere con una “malattia”, poiché si tratta di un naturale processo di cambiamento del corpo.

Poco si sa, tuttavia, della ragione per cui ciò si verifica. Secondo uno studio apparso sulla rivista Nature sarebbe dovuta a “un complesso e ancora in gran parte sconosciuto insieme di fattori genetici, ormonali e ambientali”.

 

COSA CAMBIA NEL CORPO DURANTE LA MENOPAUSA

In primis c’è un calo degli estrogeni che può generare un accrescimento del peso corporeo, dovuto a un rallentamento del metabolismo e a un aumento dell’appetito.

La carenza degli estrogeni, oltre a un rallentamento metabolico, determina anche una sorta di “andronicizzazione del fisico”, ovvero una concentrazione di adipe nella parte addominale, come avviene negli uomini.

 

COSA MANGIARE: CALCIO E VITAMINA D

Una dieta equilibrata, una costante attività fisica e uno stile di vita sano sono necessari se si desidera mantenere il metabolismo attivo e limitare il rischio di osteoporosi e malattie cardiovascolari.

Le scelte alimentari più indicate per affrontare la menopausa prevedono prima di tutto l’assunzione di calcio che è fondamentale per prevenire il rischio di osteoporosi.

Possiamo trovare questo minerale nei legumi come, nelle verdure a foglie verdi, nelle mandorle, nel pesce come salmone e sardine, nelle alghe, nel latte crudo, nei semi di chia e di sesamo. La dose minima di calcio consigliata giornalmente è relativa a 800-1000 mg.

Da non dimenticare l’assunzione di Vitamina D che svolge una funzione di sostegno del sistema immunitario e favorisce l’omeostasi del calcio, ovvero la presenza di un’adeguata quantità fissata nelle ossa.

 

I BENEFICI DELLA SOIA

Consumare soia è molto salutare, infatti oltre ai comuni benefici, svolge una funzione preventiva nei confronti dei tumori all’utero e alla mammella.  contiene genisteina, un isoflavone che stimola l’autoproduzione di acido ialuronico, assicurando una maggiore idratazione dei tessuti.

E’ disponibile sotto forma di latte, germogli, tofu e salsa, l’ideale è consumare la soia 2 o 3 volte alla settimana.



coronavirus