L'italia non cambia: interessi politici e commerciali anche durante la pandemia. Ecco perchè De Donno è sparito

Pubblicato il

coronavirus coronavirus scienza


L'italia non cambia: interessi politici e commerciali anche durante la pandemia. Ecco perchè De Donno è sparito

L'italia non cambia: interessi politici e commerciali anche durante la pandemia. Ecco perchè De Donno è sparito. Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

Non c'è nessun complotto dietro l'uso o il non uso della sieroterapia, il plasma iperimmune con anticorpi policlonali per guarire i malati da Covid 19.  Dietro ci sono interessi contrapposti e visioni differenti.

In Italia la sieroterapia col plasma iperimmune ha il limite che nessuno può commercializzarla o brevettarla, infatti non è un farmaco, ma plasma donato dai pazienti ed è una cura antica che si usa da 100 anni (ad esempio quando non c’erano altre cure: epidemie di “Spagnola”, l'Ebola, la Sars, la Mers).

Cos’è la sieroterapia a base di plasma

La terapia, utilizzata dal San Matteo di Pavia e dal Carlo Poma di Mantova, ha avuto ottimi risultati;

i direttori degli ospedali ci hanno spiegato che il plasma iperimmune si basa sull’azione di anticorpi policlonali neutralizzanti per il Sars-Cov-2, prelevati da pazienti già guariti dal virus. Gli anticorpi policlonali debellano il virus in tempi rapidi, dalle 2 alle 48 ore, bloccando il danno sugli organi.

La strada che si vorrebbe perseguire in Italia è quella di riprodurlo artificialmente in laboratorio. Possibilità che lo riporterebbe nell’alveo dei farmaci e delle case farmaceutiche, con controlli e brevetti connessi, anche se potrebbe dare ottimi risultati.

L’opinione dei medici

Cesare Perotti, direttore del Servizio Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del policlinico San Matteo, si esprime riguardo all’impossibilità di iniziare con la sieroterapia:

“In questo momento il plasma iperimmune che ci viene donato è il più sicuro al mondo. La legislazione italiana ha delle regole stringenti che non ci sono in Europa e in nessun altro Paese al mondo, neanche negli Stati Uniti. Non solo abbiamo gli esami obbligatori di legge sul plasma per essere trasfuso, ma abbiamo degli esami aggiuntivi e il titolo neutralizzante degli anticorpi che è una cosa che facciamo solo noi al policlinico di Pavia”.

Per quanto riguarda la terapia invece afferma: “Noi sappiamo la potenza, la capacità che ciascun plasma accumulato ha di uccidere il virus. Ogni plasma è fatto in modo diverso perché ogni paziente è diverso, ma noi siamo in grado di sapere quale usare per ogni caso specifico”.

La terapia del plasma nel mondo e conclusioni

La sieroterapia da Mantova e Pavia si sta diffondendo in tutto il mondo, ma sviluppa poco business, poiché si basa sulla solidarietà dei guariti. Nel resto del mondo, invece viene apprezzata e qualcosa si sta muovendo, ad esempio ha ricevuto l’attestato di riconoscimento di una delle più importanti e antiche riviste del mondo, Nature, che la ritiene la prima scelta nella lotta al Covid-19.

Il dottor Giuseppe De Donno, direttore di Pneumologia e Terapia intensiva respiratoria del Carlo Poma, è stato contattato dall'Onu e da governi stranieri, ed ancora, la Food and Drug Administration degli Stati Uniti con il governo degli Usa ha lanciato uno sforzo nazionale per incentivare la terapia.

Qualsiasi altro Paese affiancherebbe questi medici con le migliori menti, mettendo a disposizione ingenti capitali, invece quasi nulla si è mosso. Il Coronavirus ha reso chiaro a tutti che la medicina non ha uno status speciale rispetto ad altre discipline scientifiche, infatti le terapie giungono ad essere accettate non tanto per la loro compatibilità con il metodo scientifico o per i risultati ma per quanto i sostenitori sono disposti ad accettare le regole del gioco.

Secondo De Donno, a farla da padrone è sempre il business, infatti dal plasma non si ricavano grandi ricchezze, sarebbe questo il motivo per cui il plasma non è stato ancora adottato per la lotta al virus.

consulenza con naturopata online simona vignali

Vuoi potenziare il tuo benessere e la tua salute con le strategie naturali della Naturopatia? Prenota una consulenza con Naturopata online

coronavirus coronavirus scienza


Sullo stesso argomento

Leggi anche...