Imprenditori in quarantena: consigli per rafforzare le difese immunitarie ed essere produttivi

Scritto da Pubblicato il


Imprenditori in quarantena: consigli per rafforzare le difese immunitarie ed essere produttivi

Come tutti noi in questo periodo di emergenza covid-19, anche gli imprenditori e i liberi professionisti sono allarmati dal non contrarre il coronavirus. Molti, a ragion veduta, sono nel panico o in stato di psicosi. Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

La paura è nemica della salute e del sistema immunitario

Non lasciamoci prendere dalla paura, anche perché, secondo la medicina tradizionale cinese, la paura stessa è l’emozione associata ai reni e stimola negativamente l’organismo; quando è in eccesso influisce negativamente sui regolari movimenti del Qi (energia del nostro corpo) e sulla sua circolazione, causa contrazioni involontarie e croniche dei muscoli, compreso il diaframma, con ripercussioni a vari livelli (difficoltà digestive, problematiche respiratorie, ansia, tachicardia etc.).

 Ripercussioni dello stress sul corpo

Già nel 1936 Hans Seyle, medico austriaco, con la PNEI ( Psico Neuro Endocrino Immunologia ) scoprì che dopo un forte stress l’organismo attuava una sindrome generale di adattamento (SGA) che serviva a ristabilire una nuova omeostasi (equilibrio interno) con ripercussioni su:

  • sistema endocrino
  • umorale
  • biologico
  • sistema immunitario

Meditazione contro lo stress per gli imprenditori

La meditazione, il fermarci ad ascoltare noi stessi ed il movimento all’aria aperta possono aumentare il nostro benessere attraverso l’emissione di recettori di membrana GLUT4 che attivano l’insulina nel sangue migliorando il metabolismo, inoltre l’input di recettori come la dopamina, la serotonina creano il buon umore e di conseguenza ci fanno restare in salute. 

Mangiare zuccheri indebolisce le nostre difese

La Naturopatia insegna a fare prima di tutto sempre prevenzione. L’ Alimentazione è molto importante, ad esempio considerate che bastano 4 cucchiai di zucchero al giorno per far sì che i nostri linfociti T e killer riescano a rispondere solo al 50 % a virus e batteri.

Cosa mangiare e come comportarsi

 

Frutta e verdura riossigenano le nostre cellule del sangue grazie alla presenza di clorofilla; quelle amare sono depurative, un esempio sono radicchio, cicoria, tarassaco, catalogna e poi ancora carote, zucca e barbabietole ricche di betacarotene che serve ad aumentare il numero delle cellule che combattono le infezioni ed aiutano ad eliminare radicali liberi.

Esistono cibi come l’aglio, ricco di allicina, che stimolano la moltiplicazione delle cellule con spiccati effetti antibiotici, antimicrobici e antifungini; la cipolla inibisce la crescita batterica e mantiene pulito l’intestino. L’allicina e il solfuro, stimolano la moltiplicazione delle cellule che servono a combattere le infezioni.

Un intestino sano è fondamentale per star bene

Tenere in ordine l’intestino è fondamentale perché circa l’80 % delle nostre difese immunitarie risiede proprio qui.

Fanno molto bene alimenti fermentati come

  • kefir d'acqua
  • crauti
  • insalatini ( verdure fermentate handmade)
  • miso

e dovremmo evitare alimenti che raffreddano il nostro organismo creando muco come latte e latticini .

 Vitamina C per le difese immunitarie

Alla fine degli anni ‘70 Linus Pauling, premio Nobel, sosteneva che alte dosi di vitamina C erano in grado di prevenire o trattare molti tipi di tumore oltre a potenziare le difese immunitarie; questa infatti e’ coinvolta in un gran numero di reazioni biochimiche nel corpo umano (in questo periodo ne assumo e ne consiglio almeno 1-2 gr. al die).

Le sue maggiori interazioni sono il potenziamento del sistema immunitario e la sintesi del collagene, una sostanza molto importante che migliora l’elasticità della pelle, tiene unito il corpo umano e rinforza i vasi sanguigni, la pelle, i muscoli e le ossa.

L’uomo non può creare collagene senza la vitamina C, ma possiamo trovarla negli agrumi, nel limone, in alcuni frutti come quelli rossi, il kiwi, le fragole, il melograno e l’ananas, ma anche nella lattuga, nei radicchi, negli spinaci,ecc, nei broccoli, nei cavoli, nei cavolfiori, e nei broccoletti.

Possiamo trovare la vitamina C ance in piante come l’echinacea, la rosa canina, l’acerola, e l’olivello spinoso che si possono assumere in tisane, in macerati glicerici oppure in compresse.

 Vitamina D regolatrice del metabolismo

Molto importante è anche la vitamina D, regolatore del metabolismo del calcio e serve quindi nella calcificazione delle ossa ed a mantenere i livelli di calcio e fosforo nel sangue nella norma.

Sembra che la vitamina D3 sia molto più efficace rispetto alla D2, queste forme inattive devono essere attivate nel fegato e nei reni; l’uomo è in grado di sintetizzarla solo stando al sole,

 

Infine è consigliabile non utilizzare creme solari né bagnoschiuma sulla pelle in quanto limitano la biodisponibilità e l’assorbimento della Vitamina D.



coronavirus coronavirus e naturopatia