Il Coronavirus esalterà la collaborazione di tutti per ripartire oppure il lato repressivo? Gli artigiani chiedono atteggiamento costruttivo

Scritto da Pubblicato il


Il Coronavirus esalterà la collaborazione di tutti per ripartire oppure il lato repressivo? Gli artigiani chiedono atteggiamento costruttivo

I presidenti provinciali della Confartigianato scrivono una lettera in cui chiedono che i controlli in vista della ripresa della Fase 2, siano un'occasione di crescita e non di accanimento e intolleranza. Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

Il 4 maggio si inizia con la Fase 2 e la riapertura molto parziale del Paese in piena pandemia coronavirus.Il presidente di Confartigianato del Friuli-Venezia-Giulia e i presidenti provinciali di Trieste, Gorizia e Pordenone scrivono una lettera a Guardia di Finanza, Carabinieri, Agenzia delle Entrate, Polizia locale, perchè molto preoccupati.
 
Le parole sono state: "L’auspicio è di un rapporto costruttivo tra imprese e istituzioni, per realizzare insieme un equilibrio complesso".I controlli da parte delle Autorità competenti sono necessari e doverosi, atti a controllare la legittimità dell’apertura e il religioso rispetto dei protocolli per la sicurezza della salute di tutti.
 
Il punto centrale della lettera è la speranza che possano nascere dialogo, collaborazione e incoraggiamento. Insomma un sostegno e non l'occasione per altre insulse vessazioni repressive.
 
Legittime preoccupazioni che toccano i cittadini, alle prese con i controlli spesso eccessivi da parte delle forze dell'ordine, e tutti i lavoratori che si stanno rimettendo in pista dopo mesi di inattività forzata a causa dell'epidemia coronavirus.
 
L'auspicio è di trovare la giusta misura tra sicurezza, salute e ripartenza economica.



coronavirus coronavirus italia