Il Coronavirus cambia le nostre abitudini: misure igieniche da adottare anche dopo l’emergenza

Scritto da Pubblicato il


Il Coronavirus cambia le nostre abitudini: misure igieniche da adottare anche dopo l’emergenza

Durante l’emergenza Coronavirus il concetto di «casa pulita» ha assunto un significato del tutto nuovo: se prima infatti molti si limitavano a una passata di straccio adesso invece è tutto un sanificare e disinfettare. Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

Durante l’emergenza Coronavirus il concetto di «casa pulita» ha assunto un significato del tutto nuovo: se prima infatti molti si limitavano a una passata di straccio adesso invece è tutto un sanificare e disinfettare. Queste abitudini che acquisiamo oggi, sarebbe bene mantenerle anche in futuro così da garantire una pulizia duratura e, soprattutto, a prova di Covid-19.

 

Tra le varie consuetudini igieniche da mantenere è importante togliersi le scarpe non appena si varca la soglia di casa, infatti, studio scientifico alla mano, si è visto essere assai efficace per tenere germi e batteri fuori dalla porta, perché le suole delle scarpe potrebbero fungere da potenziali portatori del virus.

 

Non portare il telefonino in bagno: Rinunciare al telefonino è impossibile per molti, ma le famose particelle rilasciate al momento dello scarico potrebbero depositarsi sul dispositivo, con tutti i rischi connessi, per questo motivo sarebbe utile non portarlo o se proprio non si può farne a meno, sarebbe opportuno disinfettare il cellulare e lavarsi le mani subito dopo l’utilizzo del wc.

 

Lavare i sacchetti della spesa riutilizzabili: Una delle lezioni imparate durante l’attuale emergenza Coronavirus riguarda l’importanza di lavare le borse riutilizzabili della spesa ma anche di non appoggiare le borse sul bancone della cucina per non rischiare che i germi si depositino sulla superficie generalmente destinata alla preparazione del cibo.

 

Chiudere il coperchio del wc: Nell’eterna sfida uomo/donna in bagno – ovvero, tavoletta del wc su o giù – la scienza sottolinea che se si lascia sollevato il coperchio quando si tira lo sciacquone, le particelle rilasciate nell’aria possono atterrare sulle superfici circostanti, il che è tutto fuorché igienico, quindi è bene chiudere sempre il coperchio prima di azionare lo scarico e tenere lo spazzolino da denti il più possibile lontano dal wc.

 

Ricordarsi del tempo di contatto: Se si vogliono realmente disinfettare tutte le superfici che si toccano con maggiore frequenza in casa è bene rispettare il tempo di contatto di ciascun prodotto di pulizia (ovvero, l’arco temporale necessario per fare effetto e uccidere germi e batteri), perché pulirlo via troppo presto potrebbe rendere vano il lavoro.

 

I cambiamenti nelle abitudini e nel sociale

 

Il coronavirus ci ha portati a molti cambiamenti, giorni sospesi, strani, irreali, destabilizzanti. Paure, timori. E’ un emergenza che sta provando tutti, le conseguenze andranno ben oltre i giorni dell’obbligo a rimanere a casa. La vita normale (se così si può classificare) tornerà, ma saremo tutti cambiati. Se la fretta del quotidiano ora è stata soppiantata dall’ozio forzato e dalla detenzione tra le quattro mura domestiche certo le abitudini iniziano a cambiare.

 

L’emergenza ha portato con sé anche nuove terminologie portate dal Covid-19, il distanziamento sociale è senz’altro una delle più sentite e utilizzate, ma anche lavare le mani, disinfettare, non toccare bocca e naso, fanno ormai parte della nostra vita. E chi era già fissato con le misure igieniche e veniva magari preso in giro per l’ossessività oggi invece si trova ad essere una persona responsabile.

 

I cambiamenti purtroppo avvengono continuamente, ma possiamo riprendere la nostra vita abituandoci ed integrando i cambiamenti.



coronavirus