Fase due e possibilità di camminare e correre. Scopri come cambia il tuo organismo a seconda di quanto - e come - cammini

Scritto da Pubblicato il


Fase due e possibilità di camminare e correre. Scopri come cambia il tuo organismo a seconda di quanto - e come - cammini

Il tipo di camminata e la durata del camminare influenzano per esempio il metabolismo, il livello di stress, la forma fisica. Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

Non c’è nessuna condizione fisica, estetica o di salute per cui si possano ottenere gli stessi risultati e benefici dell’abitudine di camminare.

Camminare quotidianamente fa bene ai piedi, alle gambe, alla circolazione, ma, in generale, apporta grandi benefici per tutto il corpo e la mente, tenendo lontano malattie e disturbi molto frequenti al giorno d’oggi. Camminare aumenta la microcircolazione e questo a sua volta migliora la qualità e la durata della vita.

Dal momento in cui si inizia a camminare fino a quando ci si ferma, iniziano vari processi nel nostro corpo; elenchiamo di seguito gli effetti della camminata, da un minimo di un minuto ad un massimo di un ora

Benefici del camminare

1 - Camminare da 1 a 5 minuti

I primi passi stimolano il rilascio di sostanze chimiche nelle cellule, in questo modo si inizia a produrre energia. Il battito cardiaco aumenta da circa 70 a 100 battiti per minuto ed aumenta la circolazione sanguigna. I muscoli iniziano a riscaldarsi e le articolazioni cominciano a rilasciare fluidi lubrificanti utili a  migliorare il movimento. Camminando si bruciano circa 5 calorie al minuto. Il corpo necessita di più energia e la trova nei depositi di grasso dell’organismo.

 

2 - Camminare da 6 a 10 minuti

Più si cammina e più aumenta il battito cardiaco. Le calorie bruciate aumentano fino a 6 calorie al minuto. Aumenta anche la pressione sanguigna e questa viene equilibrata dal rilascio di alcune sostanze chimiche ad azione vasodilatatrice trasportando più ossigeno e sangue ai muscoli.

 

3 - Camminare da 11 a 20 minuti

Iniziano ad essere prodotti alcuni ormoni, come l’adrenalina e il glucagone, che danno energia ai muscoli.

Aumenta la temperatura corporea ed iniziamo a sudare. Succede questo perché i vasi sanguigni presenti a livello superficiale si dilatano rilasciando calore.

  

4 - Camminare da 21 a 45 minuti

Vengono rilasciate alcune sostanze chimiche all’interno del cervello, le endorfine, che ci rilassano e alleviano tensione e stress. Si bruciano i depositi di grasso e si riduce la richiesta dell’insulina,

 

5 -  Camminare da 45 a 60 minuti

I muscoli iniziano a soffrire e ad essere stanchi, poiché iniziano a scarseggiare i depositi di carboidrati. 

Quando rallentate, la frequenza cardiaca inizia e la respirazione iniziano a diminuire. La combustione delle calorie rimane abbastanza alta per circa un’ora.



coronavirus coronavirus e fitness