Fase 2 e alimentazione intelligente. Come usare l'aglio in cucina per massimizzarne i benefici?

Pubblicato il

coronavirus coronavirus e alimentazione


Fase 2 e alimentazione intelligente. Come usare l'aglio in cucina per massimizzarne i benefici?

Quarantena e lockdown ci hanno dato la possibilità di cucinare e scoprire le proprietà di alcuni alimenti che magari prima non usavamo spesso. Quali sono le roprietà beenfiche dell'aglio? Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

L’aglio è noto per essere un alimento dalle mille proprietà: antiossidante, antibatterico, abbassa la pressione e previene i disturbi del sistema cardiocircolatorio.

 

Uno spicchio d'aglio contiene principi attivi curativi come allicina, zolfo, vitamine del gruppo B. Ha proprietà antielmintiche contro gli ascaridi e gli ossiuri, antimucolitiche, ipotensive, espettoranti, digestive, carminative, antisettiche, ipoglicemizzanti. L’aglio aiuta nella regolarizzazione della colesterolemia e dei trigliceridi ed è utile nelle infezioni croniche causate dalla Candida albicans e in quelle dell'apparato respiratorio. L'aglio è benefico per la circolazione, quindi aiuta anche a mantenere una sessualità attiva e sana

 7 Benefici dell'aglio

Elenchiamo le 7 cose fondamentali da sapere sull’aglio per gustarlo al meglio e massimizzare i suoi benefici

1)     Come riconoscere l’aglio migliore

Per capire se l’aglio è buono è necessario prenderlo con tutti i bulbi intatti ed assicurarsi che non ci siano germogli. Lo spicchio deve essere ben sodo e profumato.

2)      Il modo migliore per conservarlo

Il modo migliore per conservare a lungo l’aglio è quello di tenerlo in un luogo fresco e secco, al buio, in contenitori traspiranti e fare attenzione che non germogli.

3)      Quale tipologia d’aglio scegliere

Sono diversi i tipi di aglio presenti, dal bianco fino al rosso e sono tutti buoni e salutari allo stesso modo. L’aglio rosa è la varietà che si conserva più a lungo.

4)     Come si utilizza l’aglio

L’utilizzo più diffuso è quello nei soffritti, ma non bisognerà farlo bruciare altrimenti perderà le sue proprietà. Quando lo spicchio d’aglio risulterà leggermente dorato allora significa che è pronto.

5)     Il trucco per rendere l’aglio digeribile

Per rendere l’aglio più digeribile si consiglia di rimuovere l’anima, ossia il filino interno spesso di colore diverso dal resto del bulbo.

6)     Cos’è l’aglio in camicia

Si tratta di un trucco per rendere delicato il sapore dell’aglio: basta mettere nel soffritto l’aglio, ancora con la sua caratteristica pellicola bianca, evitando così l’abbondante fuoriuscita del suo succo e degli oli essenziali.

7)     Come esaltare il sapore dell’aglio

Se al contrario si vuole aumentare il sapore dell’aglio il trucco consiste nello sminuzzarlo in tanti pezzettini e procedere con il soffritto.

Controindicazioni dell’aglio

L’aglio ovviamente ha anche delle controindicazioni, vediamo quali:

  • il consumo di aglio durante la gravidanza e l’allattamento è sicuro, ma bisogna evitare assunzioni massicce;
  • Problemi di stomaco o di digestione: l’aglio può irritare il tratto gastrointestinale, è quindi importante assumerlo con cautela se si soffre di problemi di stomaco o di digestione;
  • Bassa pressione sanguigna: l’aglio ha la proprietà di abbassare la pressione sanguigna, è quindi importante valutare l’assunzione con il proprio medico di base
consulenza con naturopata online simona vignali

Vuoi potenziare il tuo benessere e la tua salute con le strategie naturali della Naturopatia? Prenota una consulenza con Naturopata online

coronavirus coronavirus e alimentazione


Sullo stesso argomento

Leggi anche...