Covid-19, sanificare gli ambienti: l'ozono funziona?

Pubblicato il

ambiente coronavirus coronavirus scienza


Covid-19, sanificare gli ambienti: l'ozono funziona?

La sanificazione con l'ozono viene proposta come comoda soluzione per disinfettare gli ambienti per la riapertura perché non lascia residui chimici. Come per qualunque altro disinfettante, però, non ci sono prove specifiche che dimostrino che l'ozono funzioni contro il Sars-CoV-2. Segui gli articoli con studi scientifici sull'argomento di Spazio SoloSalute®, il tuo centro benessere in centro a Milano per consulenze Naturopatia, Nutrizione, massaggi, bellezza naturale, prodotti naturali.

La sanificazione con l'ozono viene proposta come comoda soluzione per disinfettare gli ambienti, ma non ci sono prove certe che funzioni contro il Sars-CoV-2.

  1.     Cos’è l'ozono: utilizzo ed efficacia

L'ozono è una molecola composta da tre atomi di ossigeno legati tra loro. È molto reattivo ed instabile e si ritrasforma facilmente in O2, motivo per cui si dissolve abbastanza rapidamente in ambiente. Inalare una grande quantità di ozono può causare piccoli disturbi o anche danni più seri.  

L'ozono (o "ossigeno attivo"), è utilizzato soprattutto contro batteri, muffe, funghi e cattivi odori. Carrozzerie ed autolavaggi, ad esempio, spesso offrono un trattamento con l'ozono per trattare l'abitacolo delle auto, per eliminare odori e rinnovare sedili e imbottiture. E’ anche molto utile per sanificare oggetti non lavabili, come un casco da moto o le scarpe in pelle o ancora per un lavaggio a secco, non efficace sulle macchie ma di cancellare gli odori sanificare il bucato.

  1.     Boom delle sanificazioni ambientali per il Covid-19, cosa sappiamo dell’ozono

Le richieste di sanificazioni ambientali correlate al COVID-19, hanno spinto molte società di servizi a proporre questo tipo di trattamento, ma è difficile per le persone capire se si tratta davvero di un trattamento utile.

L’ozono ha qualche effetto utile sul coronavirus? Non lo sappiamo, tuttavia, in questo articolo cerchiamo di mettere in fila tutto ciò che di certo si sa.

  1.     Sanificazione con l’ozono

1)     Le direttive del Governo e le linee guida dell'ANID

Nella circolare del 22 febbraio del Ministero della Salute vengono indicate le misure sanitarie preventive da rispettare. Nel documento viene citato il perossido di idrogeno (H2O2, conosciuto come acqua ossigenata). Gli ambienti devono essere puliti interamente con acqua e detergenti comuni prima del riutilizzo. Per la decontaminazione vengono consigliati prodotti a base di ipoclorito di sodio 0,1% dopo la pulizia e per le superfici più delicate, etanolo al 70%, sempre dopo la pulizia.

L'Associazione Nazionale delle Imprese di Disinfestazione (ANID), sull'ozono ritiene che si possa parlare di igienizzazione più che di disinfezione, infatti, è ancora in fase di valutazione come disinfettante.

2)     Cosa dice l’ISS

Il recente rapporto dell'Istituto Superiore di Sanità sul COVID-19 sembra invece concordare sull’uso dell’ozono per la sanificazione pur seguendo le linee guida dell'ANID: "In attesa dell’autorizzazione a livello europeo, la commercializzazione in Italia come PMC (presidio medico-chururgico, ndr) con un claim 'disinfettante' non è consentita". Proseguendo, però, il rapporto sottolinea che "in questa fase, l’ozono può essere considerato un 'sanitizzante’".

Il rapporto dell'ISS indica che come per molti altri prodotti, non esistono informazioni specifiche sull’efficacia contro il Sars-CoV-2 e quindi nessun disinfettante può essere considerato sicuramente efficace.

3)     Cosa dice l’International Ozone Association ed il Ministero della salute

Una nota ufficiale dell'International Ozone Association (IOA) chiarisce che l'ozono è sicuramente efficace contro molti virus, ma non c’è alcuna ricerca o test che sia stato condotto sul coronavirus.

Secondo il protocollo n° 24482 del 31/07/1996 del ministero della Salute, l'ozono è: "presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore e nel trattamento dell'aria e dell'acqua. Infine, l'ozono viene comunemente usato per la sterilizzazione degli strumenti medici secondo le indicazioni del Center for Disease Control and Prevention”.

  1.     In conclusione, l’ozono è utile per la disinfezione?

Sicuramente non fa male e la capacità di inattivare alcune specie di virus, è un alleato potente nella sanificazione degli ambienti, ma non ci sono certezze che eventuali cariche virali di SARS-CoV2 vengano abbattute adeguatamente. Il nostro personale consiglio è di valutare un trattamento ad ozono per quello che: utilissimo ma non basta per farci abbassare la guardia.

ambiente coronavirus coronavirus scienza


Sullo stesso argomento

Leggi anche...