Coronavirus: tutti in quarantena e Papa Francesco rimane da solo a celebrare la Domenica delle Palme

Scritto da Pubblicato il


Coronavirus: tutti in quarantena e Papa Francesco rimane da solo a celebrare la Domenica delle Palme

Coronavirus: tutti in quarantena e Papa Francesco rimane da solo a celebrare la Domenica delle Palme

I riti della Settimana Santa si aprono in una Piazza San Pietro deserta. Papa Francesco ricorda ai giovani di prendere come esempio gli "eroi di questi giorni". Prima volta di una messa via streaming. Mancherà la processione con i ramoscelli di olivo.


In tempo di coronavirus, non c'è stata la processione con i ramoscelli di ulivo all'offertorio. La benedizione di Papa Francesco si è svolta ai piedi dell'altare.

Il pontefice ha presieduto nella basilica vaticana, all'Altare della Cattedra, la solenne celebrazione della santa messa della Domenica delle Palme e della Passione del Signore.

Guardate i veri eroi
Le parole del Santo Padre ai giovani: "Cari amici, guardate ai veri eroi che in questi giorni vengono alla luce: non sono quelli che hanno fama, soldi e successo, ma quelli che danno sé stessi per servire gli altri - ha sottolineato Papa Francesco - Sentitevi chiamati a mettere in gioco la vita. Non abbiate paura di spenderla per Dio e per gli altri, ci guadagnerete! Perché la vita è un dono che si riceve donandosi. E perché la gioia più grande è dire sì all'amore, senza se e senza ma. Come ha fatto Gesù per noi".

Scenario deserto, la fede in streaming

E' la prima volta che un'occasione così importante per i fedeli di tutto il mondo si celebrano in uno scenario deserto, a cause delle restrizioni necessarie per contenere la pandemia del coronavirus.

La tecnologia ha reso possibile la diffusione del messaggio pasquale in tutto il mondo, attraverso la diretta in streaming.

Si sono aperti i riti della Settimana Santa, la settimana prima della Sacra Pasqua, che prevedono anche venerazione straordinaria della Sindone, in diretta tv e sul web.

Durante la Santa Messa, il Pontefice ha detto: "Oggi, nel dramma della pandemia, di fronte a tante certezze che si sgretolano, di fronte a tante aspettative tradite, nel senso di abbandono che ci stringe il cuore, Gesù dice a ciascuno: 'Coraggio: apri il cuore al mio amore. Sentirai la consolazione di Dio, che ti sostiene'".

Raccoglietevi in preghiera
Il Papa ha inoltre mandato i suoi saluti ai fedeli chiusi in casa in quarantena, consigliando alle famiglie di "raccogliersi in preghiera a casa, stringendosi spiritualmente ai malati, ai loro cari e a quanti li curano con tanta abnegazione".

Una preghiera speciale per i defunti da covid-19, nella luce della fede pasquale. "Ciascuno è presente al nostro cuore, al nostro ricordo, alla nostra preghiera", ha detto commosso il Santo Padre.



coronavirus