Coronavirus, tremendi i dati ISTAT: i morti sono quadruplicati in un anno

Scritto da Pubblicato il


Coronavirus, tremendi i dati ISTAT: i morti sono quadruplicati in un anno

Coronavirus, tremendi i dati ISTAT: i morti sono quadruplicati in un anno

A Bergamo i decessi per covid-19 sono aumentati del 400% in un anno. A Brescia, Pesaro, Piacenza del 200%.

Rispetto alle stesse prime tre settimane di marzo del 2019, a Bergamo i decessi sono quadruplicati. Invece a Brescia e in altre città particolarmente colpite dal coronavirus, i decessi sono "solo" raddoppiati.

Risulta scritto nero su bianco il prezzo che certe zone d'Italia hanno dovuto pagare, anche se c'è il sospetto che le morti per coronavirus non accertate, siano ancora maggiori.

A Bergamo il culmine
L’istituto di statistica ha evidenziato i risultati condotti su 1.084 comuni: Bergamo è passata da una media di 91 casi nel 2015-2019 a 398 nel 2020. Lo stesso vale per la maggior parte dei comuni della provincia bergamasca.

A seguire Brescia, Piacenza, Pesaro
Statistiche preoccupanti anche si riscontrano anche nella provincia di Brescia, in cui i decessi nelle prime tre settimane di marzo sono più che raddoppiati: da 134 nel 2015-2019 a 381 nel 2020.

Lo stesso triste trend riguarda anche in capoluoghi come Piacenza o Pesaro.

Lo studio dell'Isat considera il genere e la classe di età dei deceduti. Conferma che il maggiore incremento di morti è da parte degli uomini, sopra i 74 anni di età.

I dati statistici dell'Isat sono in continuo aggiornamento per fornire un quadro della situazione il più esaustivo possibile. In questo modo scienziati, medici, Comuni e Regioni, potranno intervenire e compiere decisioni il più aderenti possibile alla realtà.

L’Istat, si legge, effettuerà «ulteriori approfondimenti anche in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità per un più efficace monitoraggio dell’impatto dell’epidemia COVID-19 sulla mortalità complessiva».




coronavirus