Coronavirus: medici indiani curano con successo pazienti italiani in vacanza. Scopri i rimedi ayurvedici per mantenere forte il sistema immunitario

Scritto da Pubblicato il


Coronavirus: medici indiani curano con successo pazienti italiani in vacanza.  Scopri i rimedi ayurvedici per mantenere forte il sistema immunitario

Coronavirus: medici indiani curano con successo pazienti italiani in vacanza. Scopri i rimedi ayurvedici per mantenere forte il sistema immunitario

Mentre il mondo intero sta lottando con tutti i mezzi e tecniche possibili per contenere e curare il coronavirus, arriva una buona notizia dall’India.

I medici indiani sono riusciti a curare i pazienti con un mix di medicinali per la cura dell’HIV, influenza suina e malaria.
Questa combinazione di medicinali e rimedi ayurvedici è stata recentemente utilizzata per la prima volta per curare la malattia di coronavirus in un numero crescente di casi in India.

 

Turisti italiani in India con coronavirus

La paziente si è recata in India insieme a suo marito come parte di un gruppo italiano di 23 membri per visitare le principali destinazioni turistiche del Rajasthan. 

Suo marito, 69 anni, è stato il primo nel gruppo a cui è stato diagnosticato il coronavirus

Dopo i test del 03 marzo, il National Institute of Virology (NIV) di Pune, lo ha confermato come caso Covid-19. Il giorno successivo, anche sua moglie è risultata positiva per Covid-19.

 

Come è stato curato il paziente?

I medici dell'ospedale Sawai Man Singh (SMS) di Jaipur l'hanno inizialmente trattata con una combinazione di due farmaci utili nel trattamento dell'HIV: Lopinavir 200 mg e Ritonavir 50 mg due volte al giorno.

Prima dell'uso di questi farmaci per l'HIV di seconda linea sui pazienti, il Drug Controller General of India (DCGI) su richiesta dell'Indian Council of Medical Research (ICMR) ha permesso l'uso "limitato" della miscela di farmaci Lopinavir e Ritonavir.

I medici le hanno anche somministrato Clorochina (utile nel trattamento della malaria) e Oseltamivir (utile nel trattamento dell'influenza suina).

 

L’approccio indiano al COVID-19

La dott.ssa Sudhir Bhandari, responsabile e controllore del college medico ha dichiarato: "Per il suo trattamento abbiamo seguito il protocollo standard che l’ha portata ad essere negativa alla malattia. Questo è un risultato importante per i medici dell'ospedale SMS".

Bhandari ha dichiarato di aver deciso di somministrare la combinazione di Lopinavir e Ritonavir dopo che l'uomo italiano e sua moglie hanno sviluppato gravi problemi respiratori.

I pazienti italiani sono stati ricoverati il ​​28 febbraio. Dopo oltre due settimane di trattamento, la donna italiana ha già mostrato risultati negativi per coronavirus e suo marito di 69 anni - un anziano con una storia di malattie polmonari e affanno - ha risposto molto bene "al trattamento.

 

L'esperienza nel trattamento dell'influenza suina 

I medici dell'ospedale hanno affermato che la loro esperienza nel trattamento dei pazienti con influenza suina - che si è diffusa ampiamente in Rajasthan due anni fa - è stata molto utile nel trattamento della coppia italiana.

L'influenza suina è una malattia polmonare polmonare simile. Poiché erano a conoscenza del comportamento della polmonite virale, hanno deciso di trattare i pazienti con una combinazione di influenza suina, antimalarica e farmaci per l'HIV.

I medici hanno aggiornato l'Indian Council of Medical Research (ICMR) sul loro successo. L'ICMR è il principale organo in India per la formulazione, il coordinamento e la promozione della ricerca biomedica. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per stabilire scientificamente questa prescrizione come linea di trattamento per il coronavirus.

 

Medicina indiana ayurvedica

Anche se sappiamo ancora poco del coronavirus, gli esperti indiani dell’Ayurveda, la medicina tradizionale indiana, hanno affermato che il consumo regolare di erbe ayurvediche rafforza il sistema immunitario del corpo umano, il requisito fondamentale per aiutare a prevenire anche le malattie trasmissibili più temute. 

 

Rimedi ayurvedici per il sistema immunitario

Hanno sottolineato che neem (Azadirachta Indica), Amalaki o amla (Emblica Officinalis), kutki (Picrorhiza Kurroa), guduchi / glioy (Tinospora Cordifolia) e tulsi (basilico) sono alcune delle erbe ayurvediche che sono utili nella per costruire un sistema immunitario forte e prevenire le eventuali infezioni.

Hanno ribadito che questi rimedi ayurvedici sono utili per rafforzare il sistema immunitario, una delle chiavi per essere più forti e preparati contro il COVID-19.

Infatti il coronavirus colpisce i polmoni e il sistema respiratorio. "Il consumo quotidiano di un cucchiaio di Chywanprash rafforza l'immunità, in particolare quella dei polmoni e del sistema respiratorio", ha detto a IANS Partap Chauhan, direttore, Jiva Ayurveda.

 

Coronavirus in India

Tuttavia, l'India continua a lottare con il coronavirus, con oltre 107 casi di coronavirus positivi e due morti finora. Il governo ha dichiarato l'epidemia di coronavirus come un "disastro notificato". Ciò consentirebbe agli Stati di spendere una grossa fetta di fondi del Fondo per le catastrofi statali per combattere la pandemia. 

Molti stati hanno cancellato i visti turistici, chiuso scuole, college, sale cinematografiche e centri commerciali per prevenire la diffusione del coronavirus.



coronavirus