PMS: i rimedi naturali per la sindrome premestruale e i sintomi del ciclo


PMS: i rimedi naturali per la sindrome premestruale e i sintomi del ciclo

Affrontare la PMS con i rimedi naturali

La sindrome premestruale, o PMS, è un disturbo che colpisce durante il ciclo, per la precisione 7-14 giorni prima dell'ovulazione vera e propria. Scopri i migliori rimedi naturali della Naturopatia per i sintomi del ciclo.

Come riconoscere la sindrome premestruale

La sindrome premestruale (“premestrual sydrome o pms”) è un insieme di sintomi fisici e psichici che colpisce le donne in età fertile, nel periodo antecedente la comparsa della mestruazione.

La sindrome premestruale compare 7-14 giorni prima del ciclo mestruale e i sintomi sono diversi: sbalzi di umore, astenia, aumento di peso, ritenzione idrica, scarso o eccessivo appetito, depressione, irritabilità, disturbi articolari e/o muscolari, gambe gonfie e pesanti, turgore mammario e molto altro.

Cause della sindrome premestruale secondo la naturopatia

Le cause sono da imputare a uno stile di vita errato e allo stress eccessivo. Lo squilibrio può essere psicologico, nutrizionale o ormonale.

Un’alimentazione squilibrata, che sovraccarica gli organi di tossine e indebolisce il sistema immunitario, può essere parte in causa.

Lo stress e le tensioni mal gestite o l’incapacità di accettare la propria femminilità, espressa attraverso il ciclo mensile, possono contribuire all’insorgenza della pms.

Inoltre, durante la sindrome premestruale, si è notato un aumento dei livelli di estrogeni nel sangue e una riduzione della serotonina, riconosciuta come “l’ormone del benessere”.

Alimentazione corretta per un sano equilibrio

Una corretta e sana alimentazione può essere molto d’aiuto per superare i disturbi legati alla sindrome premestruale.

È necessario introdurre una dieta antinfiammatoria a base di frutta e verdure fresche e biologiche, cereali integrali, frutta a guscio e semi.

Un’alimentazione ricca di legumi e di soia, soprattutto, e derivati della soia apporta buoni quantitativi di fitoestrogeni, molecole vegetali che hanno un’azione simile a quella degli ormoni femminili, quindi sono in grado di riequilibrare il sistema endocrino femminile.

Altrettanto importante mantenere stabile la glicemia, i livelli di zuccheri nel sangue e l’immissione di insulina da parte del pancreas, così da contenere l’infiammazione e i cali di serotonina. Quindi è importante optare per alimenti con basso indice glicemico ed eliminare cereali e zuccheri raffinati, caffè, alcol, latte e derivati. Questi ultimi, come la carne rossa, possono contenere un quantitativo elevato di ormoni che tendono a esacerbare i disturbi.

Attività fisica e riduzione dello stress

Una moderata e costante attività fisica aiuta a scaricare le tensioni e a scaricare stress e paure che influenzano negativamente il sistema ormonale e la psiche.

Si può imparare a gestire lo stress, rilassandosi con tecniche come lo yoga o la meditazione, stare all’aria aperta e respirare profondamente.

Drenare il fegato è di grande aiuto

Drenare il fegato con rimedi specifici come il tarassaco o il cardo mariano è di fondamentale importanza.

Il tarassaco è un diuretico naturale e agisce sulla ritenzione idrica. Disintossica il fegato facendogli recuperare la funzionalità.

Il cardo mariano protegge l’organo epatico e favorisce l’eliminazione dei prodotti di scarto e i “vecchi” ormoni del ciclo mestruale. Inoltre è tonico e decongestionante.

Agnocasto: pianta dalle indiscusse proprietà

L’agnocasto è notoriamente utilizzato per combattere la sindrome premestruale. È definito “il progesterone fitoterapico”. Lenisce il tono degli ormoni da stress ovvero cortisolo e prolattina e aiuta il corpo nella fase progestinica del ciclo, la fase che è responsabile della pms.

Un’ottima integrazione con il magnesio

Questo prezioso sale minerale calma il sistema nervoso, riduce ansia, depressione e irritabilità e combatte l’insonnia. Ha benefici effetti sui dolori muscolari, sui crampi e sul mal di schiena perché rilassa tutta la muscolatura. Per tale motivo rilassa anche l’utero che è un muscolo e che, prima del ciclo, spesso è soggetto a contrazione e dolore.

Il magnesio aiuta a ridurre il desiderio di cibi dolci, un desiderio spesso presente durante la sindrome premestruale.

Vitamina E per l’apparato genitale

La vitamina E è considerata la vitamina dell’apparato genitale perché stabilizza il livello degli estrogeni; inoltre riduce la tensione mammaria ed è un potente antiossidante e fluidificante del sangue.

La si trova negli oli vegetali spremuti a freddo, nelle noci, nella soia, in tutti i semi crudi interi, nei mirtilli, nelle more, nell’uva, nelle prugne, nelle ciliegie, nelle albicocche, ecc.

I suggerimenti di un esperto per un percorso mirato

Se desideri risolvere in modo naturale e definitivo il tuo disturbo, ti invito a rivolgerti a Simona Vignali, Naturopata ed esperta di alimentazione sana dello “Spazio SoloSalute” di Milano. Puoi scegliere di effettuare una consulenza di persona oppure on line. Puoi contattarmi dal form di questa pagina, ti risponderò quanto prima.

Contattaci per info e prenotazioni

Segreteria Spazio SoloSalute®

 Via G. Omboni 7, 20129 Milano

 Tel: 0292807017

 Risponde Francesca

 Lun-Ven, 14.30 -19.00

 E-mail: spaziosolosalute@live.it