Osteoporosi: prevenzione e rimedi naturali


Osteoporosi: prevenzione e rimedi naturali

Come curare l' osteoporosi con cure naturali: alimentazione per osteoporosi, rimedi naturali e integratori alimentari per fare prevenzione | Spazio SoloSalute® Donna

Ci sono cure naturali per l' osteoporosi? Come fare prevenzione naturale? Spazio SoloSalute® ti offre una guida che affronta alimentazione per osteoporosi, i migliori rimedi naturali e quali integratori alimentari scegliere. Se lo desideri, contattaci per una consulenza personalizzata su come curare i sintomi da osteoporosi con rimedi olistici, dieta personalizzata, trattamenti per la donna presso il nostro centro.

Ci sono cure naturali per l' osteoporosi? Come fare prevenzione naturale? Spazio SoloSalute® ti offre una guida che affronta alimentazione per osteoporosi, i migliori rimedi naturali e quali integratori alimentari scegliere. Se lo desideri, contattaci per una consulenza personalizzata su come curare i sintomi da osteoporosi con rimedi olistici, dieta personalizzata, trattamenti per la donna presso il nostro centro.

Come si manifesta l’osteoporosi

L’osteoporosi è una diffusa malattia metabolica delle ossa che si presenta con una riduzione della massa e della densità dell’osso. Può portare a fratture vertebrali e del collo del femore.

Il sintomo più frequente è il dolore alla schiena e si può avere deformità della colonna. Si ritiene che la scarsità di produzione di estrogeni, che si presenta in menopausa, sia la causa scatenante.

Le cause principali secondo la naturopatia

Sicuramente la riduzione di produzione estrogenica è uno dei fattori a rischio ma ci sono anche altre cause.

Per favorire la fissazione del calcio nelle ossa è indispensabile l’esercizio fisico, dolce, moderato e regolare. È stato riscontrato che le donne in menopausa hanno tratto beneficio dalla ginnastica dolce, eseguita tre volte alla settimana, notando un aumento della densità ossea delle vertebre lombari.

Il calcio, inoltre, per essere fissato nelle ossa, necessita di vitamina D. La vitamina D si forma a partire da un precursore in virtù dell’esposizione della pelle alla luce solare. Quindi si consiglia di stare il più possibile all’aria aperta, magari unendo delle passeggiate all’esposizione ai raggi solari.

È importante evitare il sovrappeso che può aumentare il rischio di fratture ed evitare la magrezza eccessiva che può portare a rarefazione dell’osso.

Il consumo di alcol in eccesso e il fumo sono fattori di rischio per l’insorgenza dell’osteoporosi.

L’acidosi tissutale

Il calcio ematico, quindi contenuto nel sangue, è fondamentale per l’attività del muscolo, compreso il cuore, e per la coagulazione del sangue, oltre a diverse funzioni vitali.

Il calcio presente in questa forma non è adeguato per rifornire le ossa, quindi si pensa sia indispensabile assumere latte vaccino e derivati per avere il giusto quantitativo di calcio per l’apparato scheletrico.

In realtà non è così. Il latte vaccino e i suoi derivati, insieme ad altri alimenti, acidificano il ph del sangue e dei tessuti. Altri alimenti che acidificano sono le farine e gli zuccheri raffinati, i cibi molto proteici, i grassi idrogenati.

Per tamponare un eccesso di acidosi, viene sottratto il calcio dalla matrice ossea, in modo da riequilibrare i livelli del ph. Molti minerali vengono utilizzati per tamponare gli errori alimentari. Quindi appare evidente che l’osteoporosi sia causata da un’acidosi tissutale, dovuta a un’alimentazione scorretta.

Curare l’alimentazione è il primo passo

Risulta quindi di fondamentale importanza nutrirsi con cibi sani e non acidificanti. Le verdure, i cereali integrali, i semi come, ad esempio, il sesamo, contengono buone quantità di calcio, tra l’altro facilmente utilizzabile dall’organismo.

La soia e i suoi derivati contengono fitoestrogeni che stimolano il tessuto osseo nel suo trofismo. Ottimi i germogli di alfa alfa perché tra le tante proprietà sono anche mineralizzanti, vitaminici e nutritivi.

Tra le bevande è ottimo il tè bancha perché contiene calcio.

Il silicio: ottimo remineralizzante

il silicio è un minerale indispensabile per la formazione e il mantenimento di pelle, capelli, tendini, vasi e per tutto l’apparato osteo-articolare.

Il silicio è utile nella ricalcificazione delle ossa e una sua carenza provoca di conseguenza una carenza di calcio.

Viene utilizzato nella cura dell’osteoporosi e lo si può trovare anche negli alimenti come asparagi, cavoli, rapanelli, lattuga, olive, cipolle, tarassaco, cetriolo, riso e orzo integrali.

La pianta più ricca di silicio è sicuramente l’equiseto.

Equiseto: alleato delle ossa

L’equiseto o coda cavallina ha un alto contenuto di silicio ma anche di carbonato di calcio, solfato di potassio, magnesio, ferro, manganese, quindi ha un’ottima azione remineralizzante.

Aiuta a mantenere le ossa forti e robuste ed è molto indicato in caso di osteoporosi.

Affidarsi a esperti qualificati

Se desideri risolvere i tuoi disturbi in modo naturale e non invasivo, affidandoti a un team di esperti specializzati che ti indicheranno un percorso personalizzato, ti suggeriamo di rivolgerti allo Spazio SoloSalute®. Puoi chiamarci per un incontro conoscitivo o contattarci dal form di questa pagina. Ti risponderemo quanto prima.

Contattaci per info e prenotazioni

Segreteria Spazio SoloSalute®

 Via G. Omboni 7, 20129 Milano

 Tel: 0292807017

 Risponde Francesca

 Lun-Ven, 14.30 -19.00

 E-mail: spaziosolosalute@live.it