Abbiamo un secondo cervello nell'intestino?


Abbiamo un secondo cervello nell'intestino?

Intestino secondo cervello. Spazio SoloSalute® centro specializzato idrocolonterapia Milano

Perché si dice che l'intestino è il secondo cervello? Non è abbastanza averne uno solo? Scopri come prenderti cura del sistema nervoso enterico con i consigli di Spazio SoloSalute®, il centro specializzato con maggiore esperienza in italia sulla idrocolonterapia, a Milano.

Il cervello non era solo uno?

Ma davvero abbiamo un secondo cervello? Secondo la scienza sì: l'apparato gastrointetsinale, in particolare colon e intestino, sono rivestiti da una rete di neuroni collegata con il sistema nervoso centrale. Diventa allora più facile capire perché stato di salute e stati d’animo si influenzino a vicenda.

Cosa dice la scienza

I primi studi condotti per capire le capacità “pensanti” dell’intestino risalgono a una cinquantina di anni fa. Allora si osservò sia la connessione tra neuroni intestinali e cervello, che la capacità del sistema nervoso enterico di agire in modo indipendente.

The Second Brain

Lo studio più importante sul secondo cervello è del 1998, dal titolo “The Second Brain”, pubblicato dal neurobiologo Michael D. Gershon. Con questo studio ha dimostrato scientificamente che nella pancia abbiamo “una mente" che reagisce al cibo e alle emozioni. Secondo la ricerca, l’intestino comunica costantemente col cervello, tanto che il 90% degli scambi tra i due sistemi nervosi partono dalla pancia.

Come funziona il secondo cervello?

L'intestino è collegato al sistema nervoso centrale, ma ne è allo stesso tempo indipendente, Mentre diversamente dagli altri organi. Per questo motivo è come una interfaccia tra l ’esterno e il sistema nervoso centrale.

La flora batterica

La flora batterica è importantissima per le funzioni “pensanti” autonome dell'intesino. Grazie allo scambio ormonale con le cellule dei tessuti, nervose, e le cellule immunitarie, la flora batterica regola la motilità intestinale, la permeabilità e la sensibilità.

Tanti neuroni quanti il midollo spinale

Il sistema nervoso enterico è molto simile al midollo spinale, tanto che hanno un numero circa uguale di neuroni. Un'altra somiglianza, è la connessione tra strutture nervose e segmenti dell'apparato gastrointestinale, simile alla connessione del midollo con gli organi del corpo. Anche i sistemi di comunicazione sono simili a quelli del sistema nervoso centrale, con sostanze chimiche recettori.

Il secondo cervello in azione: la risposta allo stress

Avete mai notato che è frequente reagire allo stress – lavorativo, un pericolo, una tensione – con un urgente bisogno di andare in bagno? E' una reazione entrata anche nella cultura popolare, tanto che si dice “farsela sotto dalla paura”.

Beh, a regolare questo meccanismo è il secondo cervello. Si tratta di un riflesso di difesa antichissimo: per fuggire velocemente da un pericolo, il corpo si libera del peso in eccesso di feci e urine. Fisiologicamente, gli ormoni dello stress stimolano lo sviluppo di alcuni batteri della flora batterica, che generano una risposta specifica.

Ecco spiegato perché lo stress incessante della vita frenetica tipicamente occidentale altera questo meccanismo e genera disturbi intestinali cronici.

Umore e intestino: la disbiosi

E' facile capire come fenomeni di questo tipo influenzino anche umore ed emotività. Se è vero infatti che certi ormoni agiscono su certi elementi della flora batterica, è vero anche il contrario.

Una flora batterica squilibrata – la disbiosi, appunto – crea uno squilibrio nella comunicazione tra i due sistemi nervosi, favorendo emozioni e stati d'animo negativi come aggressività, depressione, ansia. Ci sono addirittura studi che ipotizzano la correlazione con l’autismo.

Contattaci per info e prenotazioni

Segreteria Spazio SoloSalute®

 Via G. Omboni 7, 20129 Milano

 Tel: 0292807017

 Risponde Francesca

 Lun-Ven, 14.30 -19.00

 E-mail: spaziosolosalute@live.it